mercoledì 11 novembre 2015

dalla tastiera ai capelli passando per gli infusi

quando scrivo

La mia tastiera da i numeri, scrivo e mi accorgo che mancano pezzi, lettere, virgole, punti e quanta'altro, il tutto condito che non rileggo mai e, quando lo faccio mi accorgo degli errori.
Quindi perdonatemi e se non capite che voglio dire venite e io ritornerò a commentare.
Anche quando scrivo i miei post puo' capitare questo. Non posso privarmi del pc in questo momento quindi NO assistenza per ripristinare la giusta funzione. Sopportatemi con l'errore.
Amen.

prove su prove

Ormai è passata oltre una settimana, tra un esperimento e l'altro. Devo eliminare degli alimenti che in questa fase del mio problema gastrico mi danno enorme fastidio. Fare ciò ha implicato per me l'abolizione del caffè - mia droga per eccellenza - del cioccolato e di altri dolci e zuccheri vari, questo per limitarmi alla colazione - mio rito in assoluto quotidiano - per cui non vi dico in che stato sono di nevrosi.
Via quello, via quell'altro, via quest'altro e al loro posto usa, mangia, vomita - perchè ci sono stati esperimenti che tutto mi saliva su senza cerimonie- adattati, adeguati e quando sarai, semmai, sarai di nuovo normale ti ri-drogherai a raffica. Questo è stato l'incoraggiamento di un'amica O.O.
Quindi bandite le mie abitudini, dopo le notti turbolente tra insonnia, pensieri, ritorsioni della coscienza, sono passata infelicemente, ma con accettazione di gusto agli infusi di frutti e fiori con fettina di pane tostata e marmellata e, in più quando mi tira -cioè spesso- furto di un paio di biscotti nel contenitore di quelli di mia madre. Potrei optare quando lo schifo degli infusi raggiunga livelli spettacolari per l'orzo sebbene sia penosamente un orrendo sostituto.
Se in tutto ciò perdessi un po' di appetito ovviamente ne sarei felice, non ve lo nascondo sarei una ipocrita.

parrucchiera fai da te

Oggi mi sono tagliata la frangia da sola. Siccome tutte le mie ex colleghe non mi accontentano mai, ho impugnato le forbici e zac-zac-zac mi sono orgogliosamente aggiustata il taglio O.O .
Risultato?
Mia cognata ha detto che sembro una cinese,
mia zia ha detto che sembro un paggetto,
l' amico che sembro Sant'Antonio,
l' amica :..." hai mica tagliato le basette come quando ti affidasti a mia sorella?"
In effetti un po' strana ci sono, le basette non le ho toccate però,  ma poi chi se ne frega alla fine i capelli  non fanno il monaco, cioè forse lo fanno il monaco in questo caso, ma l'intendo era il proverbio.
Buona notte.

3 commenti:

  1. Oddio, mi hai ricordato i tempi bui in cui io, liceale modaiola ma squattrinata, mi spuntavo la frangia da sola per risparmiare sul parrucchiere e sembravo sempre una gallina spennata. Comunque chi non ha mai provato non può capire quanto sia difficile!
    Quindi brava per il coraggio!
    P.S.
    Io senza il caffè non potrei sopravvivere, ma capisco il tuo dramma perché da un anno e mezzo a questa parte ho dovuto eliminare (quasi del tutto) il lievito ed è stata davvero dura.

    RispondiElimina
  2. Viva le frange homemade! La prossima andrà meglio. Io taglio i capelli a mamma, nonna e me stessa, e non sono parrucchiera :)
    E poi una canzone adorabile di Regina Spektor recitava:
    Maybe you should cut your own hair
    'cause that can be so funny
    it doesn't cost any money
    and it always grows back,
    hair grows even after you're dead

    RispondiElimina

Grazie e se ti va puoi tornare ancora.
Buona Vita da Magnoli@.