martedì 3 novembre 2015

domande e risposte

E' così noioso conversare con quelle persone che credono che nella vita ci sia sempre una risposta ad ogni domanda.
Ebbene no le risposte non ci sono sempre, l'ho compreso in passato e tutt'ora lo sto imparando, altrimenti sarebbe a noi permessa la comprensione vera e non filosofica del senso della vita e della morte prima ancora di morire.
Io mi astengo per stress e per diversa conoscenza e studio,  da conversazioni contorte che cercano di appioppare, in ogni caso, le risposte della vita solo alla ridotta  conoscenza scientifica in grado di portare prove e contro prove.
Di conseguenza io  non sarò mai cosi poco intelligente nonchè presuntuosa di attribuire solamente alla conoscenza limitata dell'uomo la capacità di spiegare il mondo, poichè già l'uomo è ignorante nello spiegare se stesso.

4 commenti:

  1. Certo che non ci sono le risposte per tutto, altrimenti sarebbe facile

    RispondiElimina
  2. Ad avercele, le risposte... Ma poi, mi chiedo spesso, ma saremmo pronti a sentire tutte? Io mica sono convinta di voler sapere tutto tutto...

    RispondiElimina
  3. La questione è che se non ci sono risposte, l'ultima cosa da fare è fuggire nell'inventarsi risposte in ciò che non solo non esiste ma spesso è in netta contraddizione con le leggi della realtà, coi suoi limiti, con scienza e conoscenza.
    Sì, a volte non ci sono risposte, tanto meno risposte "religiose" (come scrivevo, la dimensione spirituale esiste, quella religiosa è un dispositivo sociologico, di potere quasi sempre incompatibile con la dimensione spirituale).

    RispondiElimina
  4. Le risposte che non ci sono e' perchè l'uomo non è in grado di spiegarle ma non per questo non ci sono, e non per questo si inventano.
    Io penso che se non tutte le risposte ci vengono concesse e perchè dobbiamo sviluppare l'altra parte del nostro essere.l'uomo e' composto nella sua completezza di queste due sfere corpo e anima...semplicemente quella materiale sovrasta per comodità quella spirituale nel quale sono contenute una grande maggioranza di risposte fuori dalla portata comune. e quetso alcuni scenziati pensa che ben lo sanno, ma sono voci nel deserto.
    E parliamoci chiaro lo spirito esiste, noi siamo spirito oltre che materia, e questo non tutti lo accettano poichè lo spirito non si tocca ma il corpo si, sul corpo abbiamo le prove sull'anima no. Ma se pensiamo alle emozioni che proviamo dovrebbe essere piu' semplice capire che non siamo solo carne. Mai infatti uno scienziato saraà in grado di creare un robot con le stessa caratteristiche emozionali umane poichè è incapace a creare l'anima presupposto principale delle sensazioni.
    Se si parte da tutto questo... si ragiona già diversamente, nella ricerca delle risposte.

    La dimensione religiosa è senza alcun dubbio un costrutto sociale, ed ovvio che l'uomo dotato di una mente che dovrebbe essere predisposta ad ampia e non a limitata conoscenza ne dovrebbe saper discernere la parte buona, nel quale appunto si posiziona soltanto il concetto di spirito ovviamente impropriamente sviluppato a causa dell'uso che delle religioni si fa.
    la religione è stata creata dall'uomo per giustificare oscene modalità di vita appioppandola ad un Dio che tutto è tranne quello che l'uomo vuol fa credere che sia.
    io non considero più il termine religione ma quello di fede, poichè almeno in questo non sono piu' limitata.
    io non dico piu' è colpa di Dio o chi per esso sia, se ci sono le guerre, la violenza, la fame,e tutte queste schifezze, per il semplice fatto che l'evoluzione viene dall'esperire le proprie scelte e non da una imposizione,L'UOMO HA IL LIBERO ARBITRIO su quel che fa, e cio' che sceglie e a mio avviso lo fa male perchè ha sete di potere.
    Quindi per me non esiste perdere ancora tempo su chi appioppa a Dio le colpe dell'uomo, e già questa è una prima grande verità indiscutibile a meno che non si voglia cercare di giustificare la manipolazione atta a coltivare il potere. Cosi come non perdo tempo piu' a discutere con chi gode dei piaceri provenienti dall'emozioni che sono strettamente connessi all'anima (es. sopra dei robot) dicendo che è poi tutto inventato.

    cmq il discorso è molto ampio e dovrebbero esserci sedi piu' opportune.....
    ci sarebbe molto da dire anche sulla netta contraddizione con le leggi della realtà a come se l'uomo non fosse di per se contraddittorio e che si arrampica ovunque per giustificarsi e prova il contrario.
    riflettiamo in silenzio Uomo, ognuno nella proprio intimita ^_^ ti auguro una buona giornata.

    RispondiElimina

Grazie e se ti va puoi tornare ancora.
Buona Vita da Magnoli@.