sabato 21 novembre 2015

non ci posso pensare

E poi ci sono quelle notti in cui riesci ad addormentarti presto e sei felice, ma all'improvviso l'idillio si rompe alle 00:45 dallo squillo del telefono, fatto dalla deficiente amica di tua madre che credeva foste ancora sveglie. E dove la cosa più assurda è rappresentata dalla motivazione della telefonata, non urgente, ma banalissima come parlare della puntata poco prima trasmessa de "il segreto". Non ci posso credere a che punto arrivano le persone. Non ci posso pensare alla mia nottata passata a occhi aperti a rivedere per due volte lo stesso film per ritrovare il sonno. Non ci posso pensare a come mi sono alzata stamattina con due ore di sonno e con il nervoso ancora a palla. Sono l'immagine della rincoglionita spettacolare. Da premio Oscar come migliore protagonista.

8 commenti:

  1. ma lo sai che pure mia mamma è stata "rapita" da "il segreto"? ci deve essere qualcosa di lisergico in quella roba

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma io non lo so, non lo so che è sta roba boh!!!

      Elimina
    2. ..ahah.. anche i miei so' drogati.. al mare con loro ne ho vista, giocoforza, una puntata: ragazzi c'è da impallidire..e purtroppo questa è la "roba" che crea dipendenza...

      Elimina
  2. Un consiglio: di notte meglio spegnere il cellulare, o almeno "silenziarlo"...

    :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È il telefono fisso....
      E poi bulutn non puoi tenere tutto silenzioso possono esserci delle emergenze.

      Elimina
  3. ..comunque anche io ho passato notti insonni per i più svariati motivi.. quasi sempre per turbolenze emotive.. diciamo che il fisico impara a recuperare.. o comunque a comprendere che dentro gli abita uno strano.. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi piace "che vi abita uno strano" :P

      Elimina
  4. Vabbè ma queste persone sono da galera, eh!

    RispondiElimina

Graziedi essere passato/a...
Buona Vita da Magnoli@.