mercoledì 31 dicembre 2014

buon anno

A volte mi domando se le persone si accorgano di come si comportano.
Se hanno idea di come i loro comportamenti e le loro decisioni possano influire sulla vita degli altri.
A volte mi faccio domande le cui risposte possono solo trovarsi, semmai ci si arrivasse, in un remoto e complesso labirinto.
Spesso e non a volte mi faccio domande sulla mia disperazione di creatura terrestre che cerca il suo posto in questo mondo, sbagliando ogni volta e regolarmente a guardare segnali e a intraprendere strade. In questo caso pero' la risposta non esiste nemmeno nei piu' impensabili labirinti o forse è profondamente annidata nella immensità del proprio karma.

Quest'anno volge alla fine nell'ennesima palude di " merda " dalla quale dovrò uscirne al più presto nell'anno nuovo. Ottimo inizio quindi....si dice che dalla cacca nascono fiori...che culo che ho eh!!!!
Dunque, dunque la mia esperienza a Tirana sebbene nella perplessità  di una cultura a tratti arretrata, e nonostante la definitiva conoscenza di persone italiane perfettamente negative, la definisco positiva e nello stesso tempo già terminata.
Quel che c'era per me è già volato via e il mio sguardo deve velocemente cambiare angolazione. Basta ! ! se le cose non cambiano, basta. Non si può organizzare la propria vita, (semmai di vita potrei dire) nella follia delle decisioni degli altri.
Il mio lavoro è fatto di assurdità, come assurdo è il mio superiore che ancora mi deve parte dello stipendio di novembre, che non mi spiega bene i programmi gestionali, che mi promette il rientro in Italia, che vuole chiudere tutto e poi dopo  un 'ora progettare nuovi investimenti  lì dove voleva mandare tutto a puttane.
Che mi fa lasciare Tirana dicendomi di rientrare il 10 gennaio  e che il giorno di Natale diventa il 4 gennaio  e che ieri ha rischiato di diventare il 3 gennaio.

Ma Santiddio Magnoli@ dove sei finita -urla il mio io- e che ne sarà di te, nelle mani di chi hai tentato di mettere la risoluzione della tua penosa vita?

L'inconscio è bastardo fa venire a galla le percezioni che ho voluto nascondere, poichè la fuga sembrava la migliore cosa, ora esso mi perseguiterà fino a nuova via da percorrere.
Il nuovo anno inizia così nel mio conosciuto vuoto di sempre: sarò isterica, incapace di amare, incapace di rendermi conto del bene e del male, incapace di vivere ma solo di sopravvivere.

Ok ho finito di raccontarvi le mie sfighe....ora ci sono gli Auguri.

Buon Annooooooo!!!!
^_^ cin cin!!!

vi voto tutte

Questa volta sono delusa tanto.
Questa volta dico ovvero scrivo che chi sa prostituirsi dietro eccellente compenso ha tutta la mia stima.
Io non so farlo.
Io sono stupida.
Troie, zoccole, puttane, mignotte siete grandi e cambierete il mondo.
Fate bene e se entrate in politica  vi voto tutte!!!!!
Fanculo mondo, dignita' e quant'altro.



lunedì 29 dicembre 2014

disordine

Disordine dentro di me,
fuori di me,
nel mio letto.
Amen.



salute

Credo mi stia sfuggendo la mia salute dalle mani, dovrei fare dei controlli ma ovviamente non li farò. Anche per curarsi bisogna essere motivati e io non lo so, decisamente non lo sono.
In verità non sono più motivata per nulla e questo lo testimoniano le mie abbuffate compulsive o i miei sguardi nel vuoto privi di senso.
Qualcuno mi ha detto che galleggio, ma su quali base me l'abbia detto non lo so, di sicuro io conosco le basi " mie " che mi fanno ammettere una tale realtà: io galleggio. Si ormai sono in balia di onde di cui non  intuisco più direzione, violenza e mare.
Il mio rientro da Tirana è stato illuminante su alcune cose su cui mi stavo illudendo, sebbene già alcuni sintomi fisici avrebbero dovuto allertarmi ho voluto dare la colpa a tutt'altro, certo si sa il nostro inconscio percepisce cio' che alla mente appare solo giorni dopo.
Ecco ora mi sembrano chiare molte cose, mi sembra chiaro l'alto mare.
Ecco questo anno che non so definire sta finendo proprio in maniera pietosa.
In realtà sta finendo come molti altri anni .....semplicemente nel vuoto che perseguita il mio cuore e forse ormai anche la mia salute.
Annegare è un rischio davvero molto grande.
Amen.

venerdì 19 dicembre 2014

babbo natale

E cosa vorresti tu da Babbo Natale?

Ho risposto di getto, sicura : ...."passare una giornata con l'uomo che mi ha stregata."
Non ho altro da chiedere, sembra ormai che non merito nulla dalla vita in se, probabilmente possiedo il gene non intercambiabile di bambina cattiva, di peccatrice imperdonabile.
Mi faccio solo domande in merito, sorvolando le risposte che sono inafferrabili.
Mi chiedo quando arriverà ciò che merito, semmai ci fosse qualcosa che mi stia aspettando.

Babbo Natale non sai intercedere per me, quindi sei un po' stronzo.
Ciao.

sabato 13 dicembre 2014

lei

Mi sto perdendo.
La mia essenza sta morendo nell'apparenza che non mi è mai appartenuta.
La mia Spiritualità baluardo del mio senso più assoluto è vacillata.
Mi sto punendo per l'amore che non c'è.
Mi manca tanto ..lei... non c'è più ormai da qualche anno.
Lei,
la sola che conosce l'immensa tristezza del mio cuore.




martedì 2 dicembre 2014

orgoglio e fragilità


Ho addirittura pensato che per dimenticarlo devo chiedergli aiuto .
Santo cielooooo sono impazzita?? O sono davvero fuori di testa???
Non è da me una cosa simile non l'avrei mai potuta pensare prima, si vede che ormai sono da neuro.
Ma continuo......,
Se lui e sottolineo lui  , mi bloccasse sui social network in comune sarebbe già un passo avanti.
Il blocco definitivo mi proibirebbe di trovarlo tra i nominativi registrati e di sbirciare le sue cose e sarebbe, così, cosa molto buona, poiché io non riesco proprio a frenarmi.
Per fare ciò dovrei trovare il coraggio di chiederglielo e questo non è per nulla semplice.
E allora dovrei dargli fastidio a tal punto da indurlo a compiere questa azione.
Ma non ce la faccio, lo so, me ne direbbe di mille colori ma senza blocco.
E' assurdo quello che vorrei!!!
E' assurdo come quest'uomo che io non ho scelto (lui ha scelto me) mi abbia tirato fuori così tanta fragilità come donna e ridotto a minimi termini il mio innato orgoglio: il mio essere roccia senza alcuna moina di panna e cioccolata.
Quando sono con lui mi sento totalmente nelle sue mani con tutti i turbamenti del caso. E nessuno può nemmeno immaginare quando è dura mantenere il controllo.
Il suo sguardo è calamita, il suo volere diventa parte del mio volere,
E questo non riuscire a dirgli mai di NO,   mi disturba così tanto, mi fa  provare rabbia verso me stessa per la forza che mi manca quando sono in sua presenza.
Mi disturba perchè gli permetto potere su di me, privandomi di un comportamento lucido e che mi rende di facile costume ai suoi critici occhi : non verrò mai realmente stimata come voglio nè come donna e nè come persona.

Ho sbagliato tutto,
SI! mi sa proprio che ho sbagliato tutto.




Ed è in certi sguardi che si nasconde l'infinito...
                                                                                                                                                             F.Battiato


Lettori fissi