lunedì 24 aprile 2017

91/365: idee del cazzo che magari funzionano

*Giornata ieri  di cibo non idoneo per me. Difficoltà enorme nel rientrare nel binario del regime controllato dell'alimentazione. Per questo sono infastidita molto, per non dire in fase negativa senza ritorno. Oggi ci riproviamo...vergognosamente userò l'idea -funzionante- del fioretto spirituale.

*Questa settimana, massimo l'inizio della prossima vorrei cambiare colore ai capelli, ma non so se riesco a far coincidere i miei tempi con quelli della parrucchiera. Sopratutto non so se riesco a far coincidere la mia idea di colore con l'effettivo da farsi.

*Avrei altre idee ancora, ma è meglio non continuare.....

sabato 22 aprile 2017

90/365 : rifletto e poi scrivo qui

L'ho desiderato da subito, dal suo primo messaggio.
Quando ci incontrammo, non perdemmo tempo, era ovvia ogni cosa.
Io gli dissi si, lo persi.
Né un saluto più, né un grazie, come se nulla fosse mai accaduto, eppure accadde e più volte, ora é solo il deserto.

Rifletto sulle mie decisioni, l'impulsività mi corrompe, così finirà sempre ogni cosa, senza che rimanga mai nulla.
Per fortuna che riesco ancora a scrivere qui, a raccontare di fallimenti, di delusioni, di pezzi di me che crollano, di pezzi di me che riesco a riattaccare.

Magari sarà così..... "..per ogni lacrima nel cielo nasce un'altra stella.."

venerdì 21 aprile 2017

89/365: aggiornamenti, idee,kg

Succede che...
Che a parlar di sesso, lo si smuove e te lo ritrovi sulla porta, ad un passo, ad un passo da te.
E che i pensieri sono energia,
l'energia prende una forma,
la forma ti travolge. Amen!!!

La mia bocca...
Procede ottimamente lo stato di salute della mia bocca, il dentista ha fatto uno dei suoi capolavori.
Io mi guardo e mi accorgo di quando sexy puo' sembrarmi , addirittura,  quel bottoncino di titanio tra i denti e me ne prendo cura con rito quotidiano di amore e premura.
P. (nome dell'artista dentista) ha le mani d'oro, è in gamba come dottore e come uomo e come persona e chi ne ha più ne metta, non è affascinantissimo ai miei occhi come il "lui amante", ma lo è quanto basta a farmici ricamare con una certa intensità.
Ammetto che il riuscire a sedurlo aumenterebbe il mio livello di acchiappauomini più adulti, lasciando ad un piano zero i coetanei.

Capitale...
Mi manca la Capitale e se tutto va bene vi ritorno dopo il 25 di questo mese.
Riprendo a sperare, a sentirmi viva quando lascio questo tamarroide e anonimo paesello nel quale credo non mi riconoscerò mai. Organizzo in qualche stracazzo di modo l'incontro con il mio ex e con un caro amico (con cui spero di non mangiare pizza e mortadella ma solo bere orzi vari senza zucchero), entrambi capaci di farmi sentire meglio e farmi sorridere. Ci sarebbe dell'altro da affrontare nella Capitale, come una tempesta emozionale  imminente sulla mia pelle e un gruppo di c.v. mirati in alcune aziende a cui faccio la corte da un po' per la mia passione della scrittura.

Ginnastica...
Sono prossima a intraprendere un programma di ginnastica casalinga (vedo ormai non so più quanti video al giorno) per cercare di recuperare tette e addominali prima dell'incontro con il chirurgo per il mio naso, beh!!! maturo l'idea di farmi consigliare su come ritoccare le tette, ultimamente abbastanza provate dai digiuni e dalla dieta, ma sopratutto maturo l'idea di rinfrescare i muscoli di tutto il corpo in stato di pigrizia assuluto.
Più forza e più resistenza. Olè!!

Digiuno...
Domani riprendo il digiuno settimanale.... forza e coraggio, si è tosta dopo i dolci di pasqua. Ma ho un'obbiettivo dieci kg in meno per giugno!!!
Amen!!!!!!!

mercoledì 19 aprile 2017

88/365 : sesso, uomini e casini vari

Ieri pensavo al sesso: c'è chi me lo ricorda sebbene io faccia di tutto per evitarlo.
Il sesso è un problema per me.
Ebbene si! se lo faccio combino casini, se non lo faccio me ne pento. E che sono esageratamente confusionaria dentro e fuori di me e cerco sempre emozioni che siano capaci di sovrastare le mie sofferenze interiori.
Lo so che non si dovrebbe usare il sesso per queste cose, ma devo ancora trovare altre soluzioni all'altezza di sostituirlo.
Magari dovrei innamorarmi per spezzare questa sorta di incantesimo carnale, boh!! forse nemmeno sarà cosa buona, ma nella vita ho sempre cercato nuove esperienze per saturare il bisogno conoscere  me stessa, di sentirmi accettata, di sentirmi amata,  sbagliando a volte, recuperando altre.
meglio lo smalto colorato e poco cibo
Gli uomini che di solito finiscono per avvicinarsi, neppure immaginano in quale vortice interiore viaggio per non soffrire più di quando non accada già per altre situazioni di vita. Alcuni si accontentano e poi ai miei cambi di umore mi silurano, altri cercano di comprendermi proponendomi incontri casuali, tipo trombamica che di solito tendo a non accettare. Non sono brava a gestire gli uomini, questa è la sacrosanta verità, probabilmente perchè non sono brava a gestire nemmeno me stessa con loro. Mi dicono che è una questione di stabilità, che ovviamente io non ho e che mi crea stress.
Anelo dunque  a una sorta di equilibrio per vivere e casomai scopare meglio.

martedì 18 aprile 2017

87/365 : la settimana di Pasqua

È passata questa settimana pasquale, ho sofferto esageratamente di malinconia, ma almeno il giorno di Pasqua e di Pasquetta  sono stati sereni abbastanza da farmi riflettere che non succedeva da tempo.
Ho esagerato ancora una volta con il cibo, il controllo orale degli zuccheri mi è ancora difficile, ma aver scoperto il potere del digiuno mi tranquillizza quanto basta a non farmi crollare.
Prima che iniziasse questa settimana mi sono anche pesata ho sceso dei kg, certo gli ho scesi, ma continuo ad avere fame di farli diminuire ancora e certo che accadrà.
Ieri in particolare, mi sono rilassata abbastanza, sebbene abbia affrontato pure una sorta di discorso sulla mia vita con un'amica, ripercorrendo alcuni passi e scelte meglio da dimenticare, ma che comunque sono stati vissuti.
Stamattina  invece mi sento vuota (sensazione post festività da single), c'è un po di vento, sto osservando il mio gatto cacciare mentre scrivo questo post: mi sovviene all'improvviso qualche parola di un cugino incontrato pochi giorni fa nel quale ho percepito tutta quella superficialità che mi è sempre mancata.
Poi penso che guarire se stessi implica un impegno molto grande e costante e che bisognerebbe in alcuni casi distaccarsi dagli affetti per procedere con più coerenza. Questo sarebbe il momento giusto per me, ma come sempre complicato poichè fatico ad arrivare a fine mese.

https://www.youtube.com/watch?v=VlooND9Jb2c

Lettori fissi