martedì 25 aprile 2017

93/365 : un compagno, mah!!!

Forse dovrei cercarmi un compagno, penso potrebbe essere l'unica maniera di non fare più cazzate.
Cioè lo credo, me lo auguro.
Chi lo sa.

su commento Sara ^_^ : https://www.youtube.com/watch?v=BFysIFcjyFw

20 commenti:

  1. Ci sono due possibili motivi per fare degli sbagli, premesso che odio il turpiloquio delle donne. Il primo motivo consiste nel fatto che ti piace. Il secondo motivo è la incapacità di distinguere il giusto dallo sbagliato, se non dalle conseguenze. In entrambi i casi la presenza di un "compagno" non pone rimedio, anzi amplifica. Per altro, forse a certi uomini piace la donna che "si appoggia" a loro, io invece non la sopporto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non amo appoggiarmi a un uomo ( e premetto che non lo dico per piacerti), ma camminargli accanto. Pensavo solo che potrebbe essere un freno alla mia impulsività, poiché se mi piace non è detto che sia giusto. La distinzione poi ulteriore di ciò che è giusto o è sbagliato si, potrebbe essere un possibilità perché di base io non sono proprio stronza, ma molto sensibile, ahimè un problema enorme.

      Elimina
    2. Eppure a me sembra di esprimere concetti comprensibili. Hai appena scritto una affermazione-negazione, ovvero che vuoi "camminare accanto" ma vuoi anche il "freno alla impulsività". Se uno ti cammina a fianco non vuole essere TUO PADRE o il TUO PADRONE, prego notare la comune radice delle parole.

      Mettiamo che trovassi un uomo a cui piaccia fare come scritto sotto, cioè metterti il guinzaglio. A parte confermare la natura masochista delle donne e la dichiarazione di Francesco sul suo blog che le donne sono sceme, il guinzaglio non ti rende una persona migliore, rimani la stessa persona con solo dei vincoli, veri o presunti, che come dicevo non riducono i problemi, li amplificano.

      E queste sono tutte parole inutili.

      Elimina
    3. Lorenzo tu ti esprimi sempre a livello materiale. Il freno o il guinzaglio è un concetto figurativo, in cui io intento un freno che si scatena dalla mia responsabilità, dal mio rispetto ecc. Ecc.e non da un uomo che mi chiude in casa e mi toglie il cellulare.

      Elimina
    4. A chi la racconti, ciccia. Dite tutte le stesse cose ma alla fine quello che cercate, salvo poi piangere lacrime di coccodrilla, è un energumeno che vi prenda per i capelli e vi chiavi. Con questo mi taccio perché siete noiose.

      Elimina
    5. Non sono quel tipo di donna. Mi spiace Lorenzo, non sono pane per i tuoi denti.

      Elimina
    6. Quel tipo di donna infatti secondo le donne non esiste. Siete tutte creature spirituali alla ricerca del marchese decaduto che per campare fa il pirata e nel tempo libero compone poesie e suona il clavicembalo.

      A CHIACCHIERE.
      Ecco, chiacchierate un sacco. Chiacchierate di una montagna di balle. Non solo non conoscete il concetto di "verità" ma è la vostra antitesi, dove ci sono le donne non ci può essere niente di semplice e vero, tutto è complicato e falso.

      Adesso dico una cosa ovvia: nessun uomo è interessato a quello che dite e solo marginalmente a quello che fate. Si cara, certo cara, hai ragione cara.

      Elimina
  2. Devi trovarti un compagno e farti mettere il guinzaglio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guinzaglio...ma non troppo stretto :P

      Elimina
    2. No, non troppo stretto hai ragione. Ma tu devi affidarti ad una guida se vuoi avere qualche speranza di uscire dal cul de sac. E non è detto che basti

      Elimina
    3. Oggi ci sono dei dispositivi elettronici che ti guidano benissimo. Proseguire per trecento metri e svoltare a destra. Se poi non basta, io conosco un "guru" che vive in un bosco circondato dai suoi adepti ai quali fa scavare fossati ed erigere templi.

      Elimina
    4. OK, facciamo chiacchiere da bar: l'uomo cerca dolo dove metterlo, tutto il resto è noia

      Elimina
    5. No, ti sbagli, è noia anche il cercare dove metterlo.

      Elimina
  3. No ...
    servirà a nulla, sarà come una camicia di forza. E il rapporto finirà a pezzi.
    Devi trovare un equilibrio anzitutto nella tua persona.
    Quelle che conosco io e che sentono un bisogno estremo di vivere assieme a qualcun altro, sono persone con disturbi della personalità.

    Meglio stare da soli e prepararsi : a sé, alla vita, agli altri.

    ===

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Equilibrio nella mia persona....dunque Marco il cerchio è chiuso, e hai ragione. Anche se a volte la presenza di qualche persona giusta non guasta.

      Elimina
  4. Mi viene in mente la canzone di Finardi "Un uomo".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non la conoscevo.
      l'ho messa come riferimento del post

      Elimina

Graziedi essere passato/a...
Buona Vita da Magnoli@.