domenica 5 febbraio 2017

22/365 : Ah!! se solo fossi stata

Non riesco a trovare proprio pace, da ieri cambio modelli e grafiche al blog a manetta, come da conferma alla mia irrequietezza interiore. Dentro mi sento un cavallo pazzo di quelli che per la disfatta fisica solo allora si getteranno sulla paglia distrutti a riposare.
Sono sveglia dalle otto ma mi rigiro nel letto come un lonza nelle spezie. Ho disfatto il letto come non mai e se potessi rosicherei come un roditore la spalliera.
Mi infastidisce la continua speranza che negli ultimi tempi aleggia nel mio cuore che presto quel qualcosa di meglio arriverà. Quando invece la consapevolezza e la realtà sono conferme opposte  alla difficoltà di ottenere quel meglio.
Ah!! se solo fossi nata ragazzotta di paese, seduta sull'uscio di casa ad attendere un marito. A finire a partorire qualche figlio, a cucinare per quel mezzo rozzo che mi aveva felicemente sposata. Ah!! se solo fossi stata, così limitata, senza grilli ispiratori per la testa di crescere, scoprire, ricercate, dare senso e spiegazioni a vita e divenire, forse adesso non sarei qui, a vomitare in questo qualunque anonimo blog tante amarezze e paturnie.

https://www.youtube.com/watch?v=159R8w4OniU

46 commenti:

  1. Nei blog delle donne ci sono scritte sempre più o meno le stesse cose. Sei molto più "uguale" di quanto tu creda.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarà archetipo femminile....
      Cmq poi in base al cammino che si scegli grazie a Dio ci si differenzia.

      Elimina
    2. Guarda, sono appena andato sul blog di UCoso, c'era una tipa che ha scritto un commento e dice "vieni a vedere il mio blog". Io ci vado e trovo un post dove questa ci racconta che un suo "amico-potenziale fidanzato" gli ha fatto un discorso a proposito dei suoi sentimenti causati dai sentimenti di lei verso un terzo "amico-ex fidanzato".

      Te la appoggio piano.
      Non solo non avete niente altro in testa ma siete convinte che questi argomenti siano di importanza capitale. Quando in realtà non solo sono tutti giochi ma la descrizione che ne fate nel blog è una specie di romanzo, una costruzione razionale che secondo voi decrive e/o comunica cose che ne voi ne nessun altro può conoscere o comunicare. E perché? Perché bisogna sempre trovare una scusa, una giustificazione, alle famose scelte/decisioni e alle conseguenti azioni. Non vi basta il mondo per com'è, avete bisogno di un "sopra mondo" di fantasie e ghirigori.

      Elimina
  2. Ho notato i cambiamenti repentini di grafica. Io ho semplificato tutto e so che resterà così.
    Mi specchio in ciò che scrivi. Però, rifaresti tutto? Io si.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie tante, se devi fare una messa nera mica ti preoccupi se le lampade sono led a luce azzurra o gialla. Meno male che c'è l'avviso all'entrata.

      Elimina
    2. Nessuna messa nera. Indi mi preoccupo del colore nel mio spazio.

      Elimina
  3. Lorenzo, ti vedrei bene fidanzato con magnolia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io mi vedrei bene.

      Purtroppo poi, ripensandoci, non mi sento di raccomandare me stesso a Magnolia in guisa di fidanzato. Sono un pessimo partito se si vuole accasare. Per tante ragioni, che si possono ricondurre al fatto che, oltre i difetti di fabbrica, siamo un vent'anni in ritardo.

      Vado benissimo se gli basta fare una passeggiata o un giro in bicicletta. Nessuno meglio di me.

      Elimina
    2. Ma gli vuoi proprio male O.O

      Elimina
    3. Oddio ventennio O.O possibile?
      Cmq passeggiata in bici ..andata del resto non mi posso accasare.

      Elimina
    4. Volevo scrivere non mi voglio accasare.

      Elimina
    5. Tute le donne si vogliono accasare, anche quelle che dicono di non volersi accasare. Anche gli uomini si vogliono accasare però con tutte le donne invece che solo una. :)

      Per il resto, sono onesto, Lorenzo è un brav bagai ha il suo chilometraggio e la sua ruggine. Poi fai te.

      Elimina
    6. Secondo me siete perfetti

      Elimina
    7. No, ha detto che è interessato solo alla sua patata. Senza fidanzamento.

      Elimina
    8. Franco, io ho detto che il dottore molesto, Francesco, tu e io siamo TUTTI interessati alla patata. Sopra questo dato di fatto fondamentale poi aggiungi che ognuno fa le sue scelte e agisce di conseguenza. C'è chi si procura una patata e cucina sempre quella, c'è chi vuole cambiare patata di continuo. C'è chi le patate le coltiva, chi le compra al mercato. C'è chi le vende, chi le ruba.

      Detto questo, io non ho mica detto che siamo interessati SOLO alla patata. Ho detto che se la proprietaria è simpatica ci possiamo anche passare del tempo, se lava e stira la possiamo anche sposare.

      Nota che la cosa si può ribaltare, ho chiesto a Magnolia lei cosa cerca. Ovviamente mi ha tirato fuori le solite balle donnesche sulle sensazioni, quando sappiamo che la prima cosa che guardano le donne è la marca delle scarpe.

      Apriamo una parentesi sulla parola "fidanzato". Io la uso per comodità, in mancanza di alternative. In origine significava il promesso sposo. Negli USA la gente si sposa a ripetizione perché le assicurazioni garantite dal datore di lavoro si estendono al coniuge e ai figli. Da noi non serve, quindi il matrimonio è più per "bella figura" che altro. Molti ne fanno a meno. Stante il fatto che piano piano andiamo verso un mondo di individui isolati che si incontrano, si scambiano qualcosa e poi se ne vanno per la loro strada, bisognerebbe inventare un neologismo. Il termine "trombamico" mi sembra riduttivo, un caso specifico.

      Elimina
    9. Io faccio parte della categoria più profonda Lorenzo. Non guardo scarpe, macchine e ricchezze varie, a limite se ha un po di cultura e modi giacché un rozzo è difficile possa attirare la mia attenzione. Ripeto che oltre al sesso che è scontato cercherei anche un dialogo e delle similitudini di pensiero.
      Io non sono apparente caso spiccata sfera spirituale

      Elimina
    10. Ah, se qualcuno mi spiegassi cos'è la "sfera spirituale".
      Poi mi devi anche dire come la trovi la "sfera spirituale" sui "social"...

      :)

      Elimina
    11. Rispondo a commento commento commento sulle donne che si vogliono accasare. Non tutte lo vogliono, nel caso specifico cioè me, ho avuto un'opportunità per avere tutto e di più ma ho scelto no...
      Le persone tormentate non si accasano facilmente Lorenzo e se lo fanno è perché danno troppo credito a certe credenze. Io non mi accasero' mai tanto per.

      Elimina
    12. Mmm... ho capito, Magnolia, adesso vengo li e ti faccio questo trattamento.

      (Francesco non è un video di quelli che piacciono a UCoso, prendila con calma).

      Elimina
    13. Lorenzo, devi mettere qualcosa di diverso sul piatto per magnolia. Devi essere più new age

      Elimina
    14. Lorenzo non ho mai detto di cercare spiritualità attraverso il web, social e quant'altro. No, e se lo hai percepito e' errato.
      La sfera spirituale nasce con te o l'acquisisci durante il cammino su questa terra , ed rappresentata dalle percezioni dell'anima. dal chi sei e percheè sei nato e tutte queste serie di domande...che vogliono cercare un senso a cose che vanno oltre al nascere, crescere, scopare, mangiare e fare la cacca.

      @Francesco....
      Embe ci vuole tempo per capire che non mangio solo carne Lorenzo mi segue da poco e forse non lo far' per molto.

      Elimina
    15. Francesco ma se te l'ho detto subito che ormai io sono dal rigattiere, non vado bene per Magnolia. Tra parentesi, io la rifarei da capo, se potessi.

      Magnolia, Lorenzo ha capito subito e infatti ti ha detto che sono tutte balle, fanfaluche, sciocchezze, aria fritta. Lorenzo non attribuisce nessun significato e valore a concetti come "spirito" o "anima". Non perché Lorenzo la sappia lunga ma perché Lorenzo ha ben presenti gli ultimi due o tremila anni durante i quali si è discusso della faccenda e la conclusione è appunto quella sopra citata, che sono balle, aria fritta.

      Magnolia, le persone si giudicano dalle azioni, non dalla "sfera spirituale".

      Che poi, queste parole le ho scritte e dette un milione di volte e non è mai servito a niente. La vita è abbastanza strana, a proposito del "senso delle cose".

      Elimina
    16. Ma io mica sto dando giudizi, me ne guardare bene dal farlo. E rispetto le tue credenze, ma resto delle mie, poiché la mia esperienza mi ha portato a metter in discussioni molte cose e a non date per scontato solo quello che vedo e che tocco.

      Elimina
    17. Tutto sbagliato.

      Qualcuno ti ha convinto che sia necessario "non giudicare" e "rispettare le (altrui) credenze". Questo qualcuno ti ha mentito, ti ha raccontato una storia falsa, come quella del vitello di balsa (cit. Elio & S.T.)

      E' esattamente il contrario, le mie tesi (che sono una cosa del tutto diverso dalle "credenze", se non stiamo parlando dei mobili) non vanno rispettate, vanno confrontate con tesi opposte o alternative. E' l'unico modo per procedere, per andare avanti, per imparare qualcosa.

      Va benissimo quindi "mettere in discussione" tutto, però "mettere in discussione" significa che ogni tesi deve demolire le altre tesi e resistere alla demolizione che queste altre tesi operano. Non significa affatto che ogni tesi sta per conto suo, indisturbata.

      Perché altrimenti tutte le tesi sono vere. O false. O contemporaneamente vere e false, secondo la moda contemporanea. Questo ci porta o alla paralisi o alla azione indifferente, casuale, irrazionale, paradossale.

      Le ragioni per cui ho affermato che la "sfera spirituale" è un cumulo di sciocchezze non le posso esporre qui, è troppo lungo il discorso. Volendo tagliare corto, si tratta semplicemente del fatto che le premesse su cui si fonda richiedono la FEDE, ovvero di sospendere il giudizio (vedi sopra) e il ragionamento razionale per accettare delle assurdità palesi come verità a priori.

      Nota che ci sono diverse cose che noi accettiamo come "vere a priori" senza sottoporle a verifica o giudizio razionale. Per esempio la matematica, che è perfettamente coerente al suo interno ma si fonda su concetti primitivi che dobbiamo prendere come sono, dato che non abbiamo accesso alla loro origine, sono connaturati al nostro pensiero.

      Quindi quando dico che ci vuole "fede" sto in realtà dicendo che bisogna assumere come vere delle tesi che il nostro stesso pensiero ci dice essere false. Oppure ci dice che non possiamo determinare se siano vere o false (che non è come dire che sono vere).

      Esistono persone che hanno bisogno di "fede" per vivere. Una "fede" o un'altra, ne esistono di molte varietà. Io non ne ho bisogno. Non ho nessuna ostilità verso chi "crede", semplicemente per me è una cosa superflua, che non aggiunge e non toglie nulla rispetto a quello che ho detto altrove, cioè che dobbiamo decidere e poi agire.

      Il nostro decidere e agire è quello che mette ordine nel caos. Per quanto possibile, ognuno nel nostro piccolo, i piccoli che si sommano o si sottraggono, che si moltiplicano o si dividono.

      Fossi in te mi concentrerei sulle ragioni per decidere e agire, piuttosto che sulla "sfera spirituale".

      Elimina
    18. >Qualcuno ti ha convinto che sia necessario "non giudicare" e "rispettare le (altrui) credenze"

      no Lorenzo, non mi ha convinto nessuno: semplicemente ho capito nel corso del tempo che giudicare l'altro non migliora la mia vita e non la peggiore per cui a mio avviso è inutile. poi rispettare le altrui credenze è per me naturale ognuno fa dice e crede a quel che vuole sono molta rispettosa delle liberta' personali da un punto di vista civile, quale io mi ritengo di essere.

      io non ho bisogno di tesi comprovabili ci sono cose che la scienza non spiega eppure esistono es. il dolore alle ferite del corpo durante il cambio del tempo, ugualmente per l'anima e l'energia a distanza tra due organismi la fisica quantistica offre parecchi spunti.
      Va beh non mi dilungo, ho capito che sarebbe perdita di tempo :P te tireresti dal cilindro l'incontrovertibile abbattendo la spitualita come la palla fa col birillo.
      Non dimenticare che noi siamo fatti di materia ed energia eppure l'energia non la vedi.

      >Fossi in te mi concentrerei sulle ragioni per decidere e agire, piuttosto che sulla "sfera spirituale"

      ma tu credi davvero che io non ci pensi all'agire?
      comunque l'uno non esclude l'altro.




      Elimina
    19. Lascia perdere "la scienza", che è un altro concetto privo di senso. Non esiste "la scienza", esiste il metodo scientifico che più o meno è la procedura che ho descritto sopra con le due aggiunte della descrizione del fenomeno e della prova sperimentale.

      Qui non si parla di scienza, si parla di te che devi decidere sulla base del concetto di "giusto" e di "sbagliato" e poi devi compiere delle azioni.

      Tutto sommato a me importa solo l'esito finale, come ho detto siamo giudicati dalle azioni che compiamo, non dalla nostra "sfera energetica" o dalla nostra "anima". I "peccati" contro Dio non sono mica qualcosa che riguarda lo spirito, sono azioni concrete, tipo rubare, ammazzare, mangiare animali con lo zoccolo fesso. Quindi anche a Dio importa solo quello che fai.

      Teoricamente materia (più precisamente massa) e energia sono la stessa cosa, una si può convertire nell'altra. La "spiritualità" non è ne massa ne energia perché NON ESISTE NELL'UNIVERSO FISICO. Se tu postuli che esista l'anima o lo spirito o quello che vuoi, postuli che esistano in un piano trascendente, cioè che trascende, che va oltre il mondo che possiamo percepire coi sensi. Ovvero, postuli che noi abbiamo una natura almeno binaria, cioè esistiamo su almeno due piani differenti, uno fisico e uno spirituale.

      Non ho detto che devi pensare all'agire ma che devi pensare alle RAGIONI, ai motivi. Ovvero, a come si definisce il concetto di "giusto" e di "sbagliato".

      Su un piano più semplice ed immediato, faccio un esempio. Ti chiedo tu cosa cerchi e tu mi rispondi che cerchi lo spirito. La risposta non è valida perché lo spirito non esiste qui, esiste nel dilà. Qui puoi cercare oggetti fisici, la risposta valida è tipo "cerco tre chili di peperoni".

      TI sembrerò gretto. Invece si tratta, come ho detto, di una lunga evoluzione del pensiero. E per quello dico che ti hanno raccontato certe cose e non te ne hanno raccontate delle altre. Purroppo.

      Elimina
    20. Come volevasi dimostrare hai maneggiato il cilindro.

      Scusa volevo scrivere materia e spirito... Soni nella fase del rincoglionimento.

      Elimina
    21. Guarda che "maneggiato il cilindro" si può interpretare in vari modi.
      Garantisco di non avere maneggiato nessun cilindro mentre scrivevo qui.

      Elimina
  4. Non ti vedi ragazzotta di paese solo perché ci vivi. E male. L'insofferenza è rognosa.
    Si lo so "vorrei vedere te!".. lo so.. infatti vorrei vedere me... magari però ci stavo bene.. perché molti dei miei coetanei indigeni quando parlo di vita su isole sperdute sbattute dal mare o paesi rintronati dal vento mi guardano strano...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti non sono così.... E scrivevo ah se lo fossi stata.

      Elimina
    2. "Magari SAREI STATO" oppure "STAREI".

      Chi vive in paese vuole vivere in città, chi vive in città vuole vivere in paese. Ma non si scappa da se stessi. E' nella natura umana essere sempre insoddisfatti, volere sempre qualcosa che non si possiede, qualcosa di altro, qualcosa di più. Sono state inventate due soluzioni a questo antico problema: 1. la via della rinuncia, si rinuncia a tutti i desideri e cosi si annulla la frustrazione. 2. la via del qui e ora, si smette di pensare per vivere il momento tramite le sensazioni. Non c'è ieri, non c'è domani, c'è solo il sentire del momento presente. Esiste però una terza via che consiste nel venire a patti con se stessi, accorgendoci che alla fine la vita è semplice e la maggior parte delle cose non fanno la differenza.

      Elimina
    3. Vivo ai margini di una relativamente piccola frazione in collina e ne sono molto felice.
      Per lavorare vengo in città.

      Sì, non si scappa da se stessi e un po' di distacco, come osserva Lorenzo, dà molta serenita e benessere. Viene col tempo, quando la biochimica interna è meno intensa.

      Elimina
    4. dite cose giuste U. lo so molto bene, ma non è semplice conciliare certe verità e certi consigli se manca una anche minima realizzazione. va così, per adesso.

      Elimina
  5. Secondo me tu continueresti a essere quel che sei, altro che ragazzotta di campagna ;)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti non sono una di quelle ragazzotte

      Elimina
    2. Attenzione che quelli della mia generazione sono venuti su con l'idea della cugina Daisy, buttale via le ragazzotte di campagna. Certo, c'è campagna e campagna, da noi purtroppo le "farmer daughter" di solito sono differenti.

      Elimina
    3. ahahahah!!!! ma lo sapete che Daisy era il mio ruolo quando giocavano da bambini. io non ero molto agile ad entrare dal finistrino e stavo sempre dietro come Daisy ahahahahah!!!!

      Elimina
  6. Non so a te, ma a me già me vie' da ride...

    RispondiElimina
  7. Risposte
    1. oddio Sara è un tipo tosto Lorenzo che la vuole sempre vinta, all'estremo materialista, che mette in discussione ogni cosa e che mi ha pure dato dell'Ape MAIA IN PRECEDENZA, ma la simpatia si adatta facilmente a tutte le altre qualita' di una persona...quindi sono in accordo con te :-)

      Elimina
    2. Dai, sei un po' Ape Maia, solo che lei è sempre allegra, nera e gialla e vola sui fiori, te invece... guarda un po' 'sto blog da Famiglia Addams.

      Sul concetto di "averla vinta" ne ho accennato sopra, Magnolia, è che certe cose non te le hanno raccontate. Ma avrebbero dovuto.

      Elimina
  8. Risposte
    1. Vado alla Coop a comprare il muesli e il pane, va.

      Elimina

Grazie e se ti va puoi tornare ancora.
Buona Vita da Magnoli@.