sabato 25 febbraio 2017

52/365 : rifiuto

Mi devasta la mia realtà  per come sono di carattere, essa mi devasta.
Rifiuto la mia conoscenza poichè è davvero inutile,
rifiuto la mia intelligenza è sprecata nel contesto dove vivo e per le opportunità che mi capitano,
rifiuto la mia femminilità che non puo' essere espressa mi costa troppo e certi parametri della mia vita che la travolgono incominciano ormai ad essere invalicabili,
rifiuto il mio essere donna poichè seppur senza una legge specifica, mi impone comunque in un paese occidentale un necessario matrimonio con coglione e imbecille disposto a camparmi credendo che lo ami.
Non mi piace questo vivere, ma sono obbligata a farne parte senza avere un senso.

https://www.youtube.com/watch?v=97IbJoh7gi0

6 commenti:

  1. ci sono decine di migliaia di donne non sposate in Italia, non mi pare per imposizione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. certo che ci sono, ma sono quelle che sono riuscite per fortuna o conoscenza a trovarsi un posto di lavoro che ben le soddisfa, raramente se lo sono anche guadagnato con le loro forze e meriti, o sono semplicemente quelle che si accontentano di una birra o di un rossetto.

      Elimina
    2. Non so ancora se il mio lavoro mi soddisferà sul lungo termine. Oltre che essermelo guadagnato é una fatica immane tenermelo, che tante volte penso di trovarmi uno sceicco plurimiliardario, sfornargli due marmocchi e stare serena.

      É una gran fatica come la giri giri. E un rossetto e una birra spesso ti svoltano

      Elimina
    3. Ops.. Mi si é mozzato il commento di prima. Non ce la posso fare...

      Elimina
    4. birra e rossetto ti svoltano se sei mignotta ,,,altrimenti ci si accontenta.

      Elimina
  2. > mi impone comunque in un paese occidentale un necessario matrimonio con coglione e imbecille disposto a camparmi credendo che lo ami

    Convenzioni e ipocrisia sono del mondo. Puoi pure togliere lo "occidentale".

    RispondiElimina

Grazie e se ti va puoi tornare ancora.
Buona Vita da Magnoli@.