domenica 12 febbraio 2017

30/365 : approcci tra umani

Ma trombare solamente per voi non è limitante?
Ma fossi per caso solo io che va in giro per sto mondo  a cercar sostanza, essenza, testa, unione consapevole di sensi?
No, scrivevo tanto per dire qualcosa in merito e capire, nemmeno tanto per farmi i fatti vostri, ma per regolarmi con i miei. 
Ecco ormai  mi sto chiedo ma :
non serve parlare, ascoltarsi e poi essendosi magari scoperti simili trombare...giusto?
Bisogna senza far tanti giri o ci si manda a cagare,  rullarsi sul primo giaciglio comodo, limonare e fare come conigli, poi, forse, dopo, se lei non è passata per Bocca di rosa e lui non è passato per Dongiovanni, c'è la lontana speranza di conversazione e conoscenza nonchè di confronto, scoprendo magari, solo dopo che ci si faceva pure schifo.
Bah! ve lo giuro io non ci sto capendo più niente, e gliela si da subito e sei zoccola, e gliela si da dopo e si scocciano. E te lo vogliono dare subito ed è porco e te lo danno dopo e sarà gay.
Ma quale cazzuta  formula di approccio ha un senso per gli attuali esseri umani in questo mondo contromano?
Insomma la curiosità uccise il gatto O.O ? quindi è meglio non sapere e salvare il gatto Amen!!

12 commenti:

  1. I trovo limitante essere incasellati in un solo approccio nell'eros.
    Ad esempio, io non sono riuscito mai a farmi delle sane chiavate sportive, ad esempio quelle nei cessi delle disco o in spiaggia due ore dopo essersi sconosciuti, a volte senza sapere il nome della donna con cui lo stai facendo.
    Ho i mii limiti, direi.
    Bisognerebbe avere l'arbitrio del registro ampio nella sfera sessuale: mangiarsi 'na pizzetta oppure sapere stare a tavola per un banchetto.

    Non ci sono regole nel sesso, Magnolia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. secondo me Uomo una qualche regola ci sta so sicura,altrimenti me ne andrebbe una buona almeno.

      Elimina
    2. Ha ragione uuic a questo giro

      Elimina
  2. Ti consiglio anche di leggere questo: So You Want to Date a Scandinavian?. Da' un punto di vista su quella che è (forse) la regola delle interazioni nei paesi scandinavi. Piuttosto diverso da quello cui si è abituati (credo).

    Per il resto, probabilmente incontri/frequenti persone che sono tutte a quel modo (come descrivi). Sono sicura che esistono vie di interazione uomo-donna più "tradizionali", meno "una botta e via".

    Non ho idea di come scegli le persone con cui esci. Probabilmente andare a cercare "sostanza, essenza, testa, unione consapevole di sensi" come scopo principale della vita non dà i risultati sperati. Comunque, "ai miei tempi", nessuno/a la dava mai la prima volta che si usciva (e si usciva solo dopo essersi parlati un bel po' ed avere avuto modo di conoscersi sotto altri aspetti che quello "quanto bene si tromba insieme").

    RispondiElimina
  3. La risposta giusta è "spontaneità". Se fai quello che ti senti non sbagli mai.

    RispondiElimina
  4. Magnolia, io correggo Francesco, dicendo che la risposta è decidere se fare una cosa è "giusto" o "sbagliato". Se tu fai le cose che ritieni giusto fare, non sbagli mai, viceversa se fai quelle che ritieni sbagliato fare, sbagli sempre.

    Andando nel concreto, secondo me il "sesso" è un gioco che si fa con le persone che ti piace avere attorno. Prego notare il concetto di "gioco" e il concetto che farlo con persone che non ti piace avere attorno è fondamentalmente masochistico (o in certi casi, sadico).

    A chi interessa se sei zoccola o se si scocciano? Agli uomini con cui fai o non fai sesso? Chissenefrega, scusa. Fossi in te mi preoccuperei prima di stare bene con me stessa, ovvero se tu sei soddisfatta oppure recrimini.

    I pre-requisiti per non recriminare sono quelli che ho scritto, fare le cose che ritieni giusto fare e giocare solo con le persone con cui stai bene in generale.

    RispondiElimina
  5. Io ho sempre avuto un approccio molto leggero alla questione: faccio quel che ritengo giusto fare. Rendo conto a me stessa e se pensano che sono zoccola o frigida non è affar mio.
    Facci sesso se ti va. Non farlo se non ti va. Senza tante costruzioni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sai cara a volte non è questione di fare sesso, ma se giusto farlo considerando la circostanza. essendo io una che va a pelle ..lascio in seconda linea se è giusto o sbagliato..ritrovandomi poi con delle conseguenze da gestire.

      Elimina
  6. Ma trombare solamente per voi non è limitante?

    La vagina è la vera porta d'ingresso del mondo femminile.

    Che cosa, sennò ?

    non serve parlare, ascoltarsi e poi essendosi magari scoperti simili trombare...giusto?

    Infatti non serve, anzi è deleterio : quando si intellettualizza troppo la sessualità, si uccide l'eros.
    La passione si glacia, e muore, rinsecchita.

    Poi, l'ordine degli eventi discusso è reversibile : è possibile cominciare una reciproca e profonda conoscenza partendo dall'atto sessuale, tanto come terminando il percorso con esso.
    Però credo che in un rapporto profondo tra uomo e donna ( e non tra due individui psicologicamente asessuati ) il sesso sia nodale.

    ===

    RispondiElimina
  7. Le etichette lasciano il tempo che trovano mia cara.
    Io penso che se de si vogliono, si prendono e fanno tutto ciò che deve essere fatto. Se non lo fanno, pazienza. Magari sarà un'altra volta.
    E chissà e magari si fanno la scopata e dopo, invece di credere di farsi schifo, scoprono di essere anche compatibili.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedo la tua lucidità e l'apprezzo moolto per me.
      Grazie di essere passata.
      un abbraccio.

      Elimina

Graziedi essere passato/a...
Buona Vita da Magnoli@.