domenica 25 ottobre 2015

risalire la china

Oggi ho preso davvero coscienza che non sto bene.
Insomma è inutile che faccio finta di non vederlo, continuando sulla strada della distruzione.
Si aggiunge a questo stato di salute in fase di esplosione in qualsiasi momento, uno stato depressivo.
Non ho voglia di uscire, di vedere la mia migliore amica, di accarezzare il mio gatto, spero costantemente di non trovare messaggi con riferimenti di incontri maschili, dormo poco, male e devo dar conto a mia madre che è silenziosamente mortificata per me. Queste tipologie di cadute capitano a distanza di anni e sono regolari, per cui due volte violente in quanto consapevoli e nello stesso tempo ingestibili. Questi crolli sono fortemente interconnessi al mio aumento di peso, alle mie insoddisfazioni personali e lavorative.
Domani incontro una mia amica e guida spirituale - persona che mi segue nella complessità del mio essere corpo, anima e mente - vedro' cosa ne pensa sperando che almeno un suo consiglio possa darmi lo stimolo giusto per sollevarmi dallo stallo psico-fisico in cui sto annegato.
Non è facile per riprendermi da queste schianti poichè per me stessa io non sono così forte come per un altro e, la situazione di non autosufficienza economica mi rende assurdamente ebete.
Ho perso il controllo sul mio sistema di vita e mi chiedo se mai lo avessi avuto. Per me non controllare significa panico, disordine mentale, follemente tristezza, attacchi di insonnia e depressione, obbligo al sorriso che mi reca successivamente crisi di pianto.
E' così contorto tutto, lamentarmi non mi ha mai portato nulla, la vita poco ascolta anche se mi capita di stare nella ragione. Ho deciso allora di subire, tenermi distante da cio' che possa alimentare desideri non alla mia portata, desideri non possibili, desideri e basta e, nell'attesa o toccare il fondo e finire o trovare in qualche angolo disperso del universo un motivo sensato per risalire la china.
E non mi servono consigli, poichè lo so che la vita va rispettata e difesa sotto ogni sua possibile forma. Lo so che è peccato lasciarsi morire dentro e fuori per certe credenze. E so anche che la salute è una cosa preziosa.
Ma conosco anche il non amore per se stessi.
Chiedo scusa a chi non ha, a chi non puo', a chi vorrebbe, augurando il meglio.

15 commenti:

  1. È solo una questione di soldi.
    L'anima, il carattere, l'amore, la depressione etc... dipendono direttamente dai soldi.
    Dalla dipendenza ovvero dalla mancanza di autonomia economica.
    La tristezza e l'insonnia non hanno altre origini.
    La vita è direttamente proporzionale alla quantità di soldi posseduti.
    Tanti più soldi hai tanto più è bella la vita.
    Brutto dirlo così. Ma è la verità.
    Consolati. Non sei l'unica a soffrire per la disoccupazione.
    È il male del secolo.
    Buona settimana. Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non è questione di soldi.
      certo a me un po' ne servirebbero....ma per starmene da sola a soffrire perchè le mie incapacità, e il mio modo di essere......meno sono in compagnia meglio è
      buona settimana anche a te.

      Elimina
  2. i soldi sono importantissimi, forse anche tutto, ma non è questo il problema di Magnolia. per Zapotek!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. i soldi non sono importantissimi.
      ci sono cose che non si possono comprare.......
      sono importanti a limite ma non issimi

      Elimina
  3. I soldi servono sempre ma..caxx.. qui servono più quattro chiacchiere con una birra.. anch'io vengo da un weekend di merda causa solite pene d'amore.. che non sarebbero neanche tanto cattiva cosa.. se non fossi sposato con un'altra...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Frà, ormai sei all'outing !

      Elimina
    2. oh Franco, casci come il cacio sui maccheroni...qui da me.
      io mi sono trovata in una sorta di triangolo del genere e posso dirti che ci vuole un grande coraggio per dire si o dire no, poichè dopo bisogna portare avanti la scelta fatta con tutte le conseguenze o i doni. conta molto il perchè ti trovi in questa situazione, conta davvero cosa provi e perchè lo provi, e su quale isola vuoi finire. ci vuole un grande atto di discernimento perchè poi non si torna indietro, o meglio si potrebbe anche tornare indietro ma il marchio poi non aiuta.
      Io penso questo:

      L'amore -e non solo il sesso quello è altro- è qualcosa di meraviglioso e profondo e pochi hanno il coraggio di viverlo veramente, per poco, per molto, per sempre. Quando è amore però la cosa migliore è viverlo sempre alla luce del sole. L'amore con le ombre è sofferenza doppia, tripla spesso solo quella.
      Infine essere amante significa solitudine prima o poi, con o senza consorte.
      Ti auguro una serena analisi senza correre o deragliare.
      buon lunedi

      Elimina
    3. ..tutte cose esatte e affilate.. con le quali sto facendo conti amari.. è il creare sofferenza che mi frena.. per ora solo quello (hai detto poco!..)

      Elimina
    4. ci vuole tempo e tanto discernimento... e ti auguro tutto di cuore..

      Elimina
  4. Nessun consiglio, in quanto non solo comprendo bene ma è una condizione che ho vissuto. E so cosa significa non aver amore per se stessi.
    Ti dico solo che se ne puó uscire e si puó arrivare a volersi bene davvero. Te lo assicuro.
    (un sorriso)

    RispondiElimina
  5. Questo è uno sfogo che a coloro che non ti conoscono (virtualmente) quasi per nulla, come me, da una parte mostrano sofferenza per una situazione di vita complicata o difficile, comunque con questioni importanti irrisolte, in sospeso.
    Dall'altro anche la forza che questo dà, anche solo la forza di osservare questo momento difficile che è il primo passo per uscirne.
    Non conoscendo quasi nulla di te non posso dire nulla.
    Solo che ho capito che avere coscienza di aver già superato periodi difficili simili dà forza, lenisce, rasserena un po'.
    Torneranno passi migliori nel tuo cammino, Magnolia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. le questioni irrisolte sono alla base della maggior parte della mia sofferenza e sono per lo più rivolte all'amore verso me stessa e all'autostima. lavorare su se stessi da sola a volte puo' rivelarsi molto pesante.
      ciao Uomo

      Elimina
  6. perche mi piacciono le tue foto?
    non lo so, forse è quel mistero che lascia sognare dove si puo volare..
    Maurizio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non sono tutte mie le foto....
      in ogni caso ho capito cosa vuoi dire e che per lo piu' è una mia dote mentale ben trasmessa attraverso lo stile e la scrittura.

      Elimina

Grazie e se ti va puoi tornare ancora.
Buona Vita da Magnoli@.