venerdì 16 ottobre 2015

dall'arzigogolare alla semplicità

Ogni tanto mi imbatto in personaggi  per lo più uomini che arzigogolano a livelli spettacolari.
Lo fanno quando parlano, quando scrivono, quando vivono.
Eppure la vita è così semplice, che quasi mi vien voglia di dire a queste persone: perché? perchè un tale scempio alla natura?
Perché odiano la semplicità aggrovigliandosi in vocaboli e concetti che rendono complessi altresì artefatti dalle loro opinioni sebbene in verità semplici, semplici semplici?
Se scritta bene è semplice anche la filosofia affermo.
Ricordo un docente universitario che scriveva libri, ma così complicati e ingarbugliati da far annodare le budella, infatti io presa dal  mal de panza aspettai ben tre anni per sostenere quell'esame. Fu uno degli ultimi infatti e, che mi portò addirittura come dono la conoscenza di un altro docente molto più corretto che capendo i libri arzigogolati dei colleghi preparava appunti per semplificare l'esame nonostante lui fosse un stronzo severissimo gran bocciatore. Nella stranezza si instaurò un buon rapporto con questo l'ultimo almeno con me, che il giorno dell'esame incassata la promozione gli dissi senza paura dei libri estremamente complessi su quali dovevano districarci per capire due concetti.
Venni a conoscenza dopo un paio di anni che alcuni dei testi furono soppressi dall'esame e altri cambiati.
Ecco, dico, perchè complicare sempre la vita quando la natura è così semplice?
I grandi filosofi , psicologi, sociologi, scienziati scrivono che si capisce al primo botto di lettura, Dio solo sa quando gli ho amati!!!!
Mentre perchè gli scrittori moderni o gli opinionisti di oggi osano complicare pensieri chiari espressi da capolavori della conoscenza?
Secondo me perchè hanno dei profondi problemi psicologici e senso di inferiorità.....ecco... o perchè volendo, si fanno di qualche sostanza, sinceramente  non trovo altre spiegazioni.

Uno giorno lessi da qualche parte -onestamente non ricordo- che uno scrittore tra l'altro famoso preferiva un linguaggio semplice per far sì che il suo pensiero e le sue emozioni arrivassero a tutti.
Scrivere complesso è egoistico poichè si vuole solo una ristretta categoria di lettori.
Mi auguro per loro che non  facciano sesso arzigogolandosi come fan con altre cose, o sarebbe davvero un oltraggio alla natura.

Un tempo ahimè!!! ero molto contorta in ambito sessuale....la natura di semplicità assoluta mi ha punito o molto meglio dire insegnato, facendomi incontrare uomini che non mi davano nemmeno il tempo di pensare o di parlare.
Amen

In verità:
la via della felicità è  nella semplicità,
la semplicità è nella natura,
nella natura è la vera conoscenza della vita.

5 commenti:

  1. In verità son di più le donne ad essere così

    RispondiElimina
  2. Dipende....io ho incontrato più uomini specialmente quando parlano ti distruggono il sistema cognitivo.
    Forse le donne lo sono più nel come vivono
    Ma penso che la comunicazione sia prioritaria. in quanto al sesso voi uomini siete più semplici.

    RispondiElimina
  3. La semplicità è un punto di arrivo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. condivido....bisogna impegnarsi molto per arrivare

      Elimina
    2. Direi che la dimensione spirituale della vita consiste in due parti principali
      o - lasciare un mondo migliore di quello che si è trovato
      o - semplificarsi.

      Sembrerebbe tutto ... molto semplice.

      Elimina

Graziedi essere passato/a...
Buona Vita da Magnoli@.