sabato 3 ottobre 2015

Che un fulmine mi venga addosso con tutto il suo fuoco

Questi ultimi giorni proprio non mi vanno giù: sono neurologicamente appesantita, vado in crisi per poco con pianto e voglia di urlare tutta la delusione e la rabbia di vivere un qualcosa che non riesco a cambiare. Altresì esserci rimasta male per aver osato credere nell'idea di restare un altro po' in Capitale non agevola la mia positività sicuramente. La nonnetta rispetto a giugno da i numeri, accusandomi di cose che lei alla fine mi chiede e sente spesso suonare il citofono anche se non è così. Va beh!!! ha 93 anni suonati e forse è decisamente normale, ma la figlia, la figlia  psicologa di ampia portata  si è superata davvero. Lei sa che sto cercando qualcosa di definitivo lavorativamente parlando, le ho anche chiesto di poter avere un colloquio con una sua conoscenza solo per delle informazioni, ma facendo orecchie da mercante sulla mia richiesta ha continuato invogliandomi a modo suo a mandare curricula  di qua e di là come se ci fosse realmente l'opportunità per il lavoro che vorrei e per cui lei mi stimola con ardore. Ignara delle mie condizioni interiori quindi, e benchè dottore della psiche va avanti a interpellarmi per lavori da badante perchè sono seria, sensibile, lasciandomi ogni volta senza parola. Stavolta non l'ho mandata a fanculo  perchè doveva e deve tutt'ora pagarmi il mese: mi ha chiesto di sostituire la badante della zia in un paesello....santiddiooooo!!!!!! paesello tipo mio o forse peggio dove non ci sono un altro po' nemmeno mezzi per arrivarci. Che un fulmine mi venga addosso con tutto il suo fuoco: domani prendo la mia laurea appesa in un quadretto della mia stanza e lo metto al posto della carta igienica poichè davvero non serve a niente, tra l'altro di tutta la preparazione non ne sta  rimanendo un fottuto cazzo, giacchè i neuroni in fase depressiva cancellano i file di qualunque sapere.

Forse scriverò una lettera a M. per spiegarli che il sesso, da cui siamo mentalmente travolti non porterà a nulla nemmeno dopo averlo portato a compimento fisicamente. La stabilità e l'amore che cerchiamo merita di più di un "singolo e fugace" momento di passione. 

Infine per chiudere: ho  paura di rimanere in questo stato di stallo fino a che morte non mi ci separi.
Amen

2 commenti:

  1. chi è M ?

    comunque se può consolarti, anche io in questi giorni sono un po' iper-riflessivo....

    RispondiElimina
  2. Riflettere è noioso, ma senza dubbio salutare o per lo più lo è.

    RispondiElimina

Grazie e se ti va puoi tornare ancora.
Buona Vita da Magnoli@.