martedì 12 gennaio 2016

Page 12: zoccola

Tra una pausa e l'altra delle letture che mi accompagneranno per un esame, mi chiedo se sia il caso di mettere al corrente il lui amante della mia trasferta nordica.
Recentemente avevamo battibeccato durante gli auguri natalizi, sui chissà i se e i ma di vedersi.
Ho ripercorso quindi e in un certo senso i nostri contatti, riconoscendo che l' avergliela data subito mi ha penalizzata. Sono la zoccola fidata di certi suoi momenti e null'altro o almeno e quello che lui lascia intendere.
Ebbene si!
Sto capendo, forse,  che non bisogna darla subito anche se la chimica dice il contrario, anche se quando sei dinanzi a un uomo ti senti già sua.
Bisogna negarla fino allo sfinimento ecco,  fino a che, l'uomo non crolli a terra e inizi a vederti per una donna seria poiché gli dai filo da torcere. A volte questi strani esseri tentatori, trovano nei no una una sorta di carattere femminile che in qualche modo gli tengono testa.
Certo che io non gli capisco .
Non so cosa sia cambiato in me, questo devo però annotarlo, del perché prima per darla pretendevo una domanda al ministero e oggi invece la do senza tante cerimonie. So solo che in entrambi i casi è sbagliato, non si può far tirar il collo ad un poverino poiché potrebbe mandarti a cagare , ma non la si può nemmeno dare come  al mercato a basso costo perché cosi svendi anche la tua serietà.
Ci vuole un equilibrio insomma, che a me manca poiché ho lasciato libero e spesso incontrollato l'istinto, quando un giorno inatteso la vita mi ha mostrato che può finire senza concedere nulla.
Forse, data la confusione è meglio non dire nulla del viaggio e tenermi altresì lontano da tentazioni varie e ulteriori: essere zoccola è qualcosa di intimo e non certo di pubblico.

18 commenti:

  1. Al mio moroso l'ho data dopo una settimana che lo conoscevo, ma solo perché non potevamo prima ;) al terzo giorno gli dissi chiaro e tondo che volevo andare a letto con lui.
    Tutte 'ste strategie lasciano il tempo che trovano...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per lo piu' non darla funziona...

      Elimina
    2. La regola d'oro (nell'eros) è che non ci sono regole.
      Non daral funziona, negarla fino allo sfinimento fino a che, l'uomo non crolli a terra...
      Forse puo' funzionare con alcuni regaz con molto molto testosterone che possono arrivare a zerbinarsi pur di infilare il loro banano in mezzo ad una fica.

      Ad esempio io ora non sono disposto a seduzioni sfinenti, infinite: o succede con letizia e gaudio reciproco in tempi brevi (un paio di uscite) oppure si passa oltre.

      Elimina
  2. Deve esserci un equilibrio. Anche noi dovremmo darlo con parsimonia. Certi elaborati e prolungati preliminari, del resto, valgono innumerevoli amplessi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ecco....non devo darla. amen!!

      Elimina
    2. Darlo con parsimonia...

      Ahaha!
      :)

      Elimina
    3. Secondo me un po ha ragione

      Elimina
  3. boh, secondo me non c'è una regola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. secondo me e da cio' che vedo si!! la regola c'è.

      Elimina
  4. Non esiste una regola sul quando darla. In realtà molto dipende da come ti poni.... l'uomo più che i No gli piace (stiamo diventando donne per questa cosa) esser desiderato, in poche parole, la puù anche dare a tutti e subito, ma deve sembrare che a lui la dai meglio...più volentieri e che come lui non c'è nessuno.... :p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ti poni da santa e ti poni da zoccola...se la dai subito sei fregata.

      Elimina
    2. Non credo.... ma dipende sempre chi hai davanti e come ti poni.

      Elimina
  5. Non è detto che elargirla dopo diverse peripezie e tempi d'attesa lunghissimi porti il nostro adamo della mutua a innamoramento subitaneo. Guarda l'esempio di Anna Bolena: ha fatto aspettare quel poro disgraziato di Enrico 8' mesi e mesi, gli ha fatto fare e disfare il regno... pensava di essersi assicurata il benessere diventando regina, eppure lui le ha fatto tagliare la testa lo stesso.
    L'inghippo secondo me non sta tanto nei tempi di attesa, quanto nelle intenzioni della controparte. La risposta è sempre nel mestolo di legno, quello per il sugo e/o la polenta con le salsicce: darlo forte, sui denti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si condiviso...sull'eccesso di attesa.
      beh ..la controparte e chi la capisce Evil cara!!

      Elimina
  6. Prima, dopo... secondo me è un falso problema.
    Il vero punto è la reazione dell'uomo dopo che gliel'hai data.
    Questa ti farà capire che tipo è, e se ci sono tra voi presupposti più o meno buoni ( E nel tuo caso mi sembra sia più la seconda).

    Per questo forse è meglio dargliela subito, così ti togli il peso e vedi se la cosa funziona o meno ;)

    RispondiElimina
  7. Allora: se dovessimo stare a Sex and the City c'è la regola dei cinque appuntamenti.
    Che poi Carrie capitolasse subito nella braccia di Big è tutto dire.
    Se ci atteniamo alle esperienze comuni, le regole non valgono. Personalmente ho sempre fatto quello che mi andava al momento, che fosse la prima sera, la quinta o avvenisse dopo settimane. Dipende da quanto ti accendi.
    Il problema sono in parte anche loro: i maschi.
    Non sai mai cosa circola lì assieme alla particella di sodio.

    RispondiElimina
  8. Tu, secondo me, devi darla se e quando vuoi star bene e godere - e non c'e' nulla di poco serio in questo, anzi!
    Anzi, e' una bella responsabilita' quella che si prende il 'lui' in questione!

    Ciao Magnolia cara!

    Gio

    RispondiElimina
  9. Ma? le zoccole si fanno pagare a prestazione...Piuttosto si tratta di piacere che vivi con l'uomo che dovrebbe piacerti. Detto ciò, va sottolineato che fare sesso non sempre si esercita intimamente L'AMORE! Si tratta di momenti di piacere reciproco. Gli amanti sono due persone che vanno oltre l'emotività del momento.

    Ciao e buona giornata.

    RispondiElimina

Graziedi essere passato/a...
Buona Vita da Magnoli@.