martedì 8 dicembre 2015

si dovrei non scriverne, ma gli uomini sono spesso tra le mie priorità psicologiche

Mi rendevo conto che l'amore non ubbidisce alle nostre aspettative. 
È un mistero puro e semplice... 
Merilin Streep 

 Non dovrei parlare di uomini, no non dovrei.
Uno, perché sciopero ancora dall'idea, dal pensiero e dal fare sesso;
due, perché dovrei sempre prima pensare al dovere e solo dopo al piacere.
Oggi ho incontrato il mio dentista -gran fottuto figo anche lui - e nel parlare ho capito che chi frequentava ora non la frequenta proprio come prima. Mi ha confidato che sta riconoscendo quando stia bene solo e,  quando esce con qualcuna ha una regola di sincerità e correttezza, ovvero:
non voglio famiglia mi basta già quella che ho avuto,
non voglio relazioni,
non voglio figli ne ho già due.
Ecco lui parlava e io pensavo che dovrei provarci,  che dovrei sedurlo del resto ne sono attratta da quando ero adolescente che mi controllava l'apparecchio per i denti.
Si in questo periodo di estrema confusione, in cui non so cosa fare tra l'amante che mi dice cose sconce, il coetaneo che si fa sentire solo per sesso virtuale poiché non riusciamo a vederci e un altro che quasi quasi inizia a stuzzicarmi, il dentista ne potrebbe godere, entrando e uscendo - non fraintendetemi :P - senza creare problemi nel frattempo che mi schiarisco le idee su quanto sia meglio innamorarsi che fare l'amante.
In tutto questo ha l'età che mi manda in tilt - uomo dal numero 50 doc - e una testa puff che mi ci rullerei dentro come una matta.
Insomma io poco meno di cinque anni fa pensavo di essere una sfigata del sesso e dell'uomo. Oggi al contrario e incredibilmente ho paura perché potrei scompare quando voglio, ma mi sento tremendamente fuori luogo.
Io mi chiedo cosa ci sia che non va e perché?
Io mi chiedo, ma  che cazzo di stupida sono?

8 commenti:

  1. Se non ti fai male e non rischi di affezionartici, ma vacci col dentista! :)

    RispondiElimina
  2. Lo zio Osho osservava che l'eros è il koan in assoluto piu' impegnativo. Quindi puoi stare tranquilla, Eros figlio di Chaos e Afrodite, e' un casino e incasina, scompagina, sovverte la vita per tutti.

    RispondiElimina
  3. Anch'io di dico la mia: sei libera? Allora provaci pure con il dentista, visto come lo descrivi deve essere un tipo sensato!
    (Ma poi, se ci fosse qualcosa che va storto dovresti cambiare dentista? Boh, pensaci...)

    Invece, mi fa tenerezza vedere che a te piacciono gli uomini abbastanza più grandi!
    Io diciamo non ho "regole" prestabilite, ma devo confessare che la gioventù e' in sè bellezza.
    Poi per me e' sempre successo che ho avuto relazioni sentimentali con persone della mia eta' o di qualche anno più grandi.

    In bocca al lupo!

    RispondiElimina
  4. dai, consentimi una battuta, se non è bravo un dentista ad entrare e uscire chi è che è bravo ?????? :-)))

    RispondiElimina
  5. invece sarebbe meglio non perdere l'occasione

    RispondiElimina
  6. Io approvo l'opzione dentista!
    Ciao :-)

    Gio

    RispondiElimina
  7. E alla fine ecco che emerge il problema: come gestire il proprio ego ovverio tu e eros, il tentatore delle/degli adolescenti, il manovratore delle/degli adulti. Ora invece di rifugiarsi nel limbo delle indecisioni o macerarsi se fare o non fare sesso...con chi non importa, se il bisogno è fisiologico allora fallo e basta. Viceversa, se il desiderio va oltre la carne; allora tu e solo tu sai quando,come attivare il meccanismo dell'amore manifestandolo a chi ti interessa, e lascia che il tutto si combini spontaneamente. Se non altro capirai quanto l'eros sia intenzionato-attratto da te.

    Va bè continua tu...non ti serve altro. Buon pomeriggio

    RispondiElimina

Grazie e se ti va puoi tornare ancora.
Buona Vita da Magnoli@.