lunedì 8 febbraio 2016

Page 37: senza titolo

Ho sempre pensato che si potesse star male per amore, cioè l'amore in senso che ami e sei amata e poi all'improvviso non ami piu', non sei amata più.
Invece no.
Si puo' star male anche per un uomo o due uomini (boh non so quanti possono essere per chi una storia regolare non se la porta dietro) che semplicemente ti piacciono e con i quali ti senti anche bene sebbene ti porti sempre addosso quel senso di inadeguatezza.
E nonostante la consapevolezza di non essere davvero importante, perchè storie così sono solo di sfogo, di vizio, di compagnia, di sesso che non fai facilmente con altri, ti ritrovi a desiderare per illusione di contare qualcosa, anche solo per poche ore,  situazioni simili, mandando a cagare tutte quelle amiche che ti dicono "meriti di piu'" "non ne vale la pena così ".
Non ho mai immaginato per me situazioni come quella appena descritta , certo che nemmeno un matrimonio ho mai immaginato, ma qualcosa di piu' normale si, si l'ho pensato in qualche momento folle della mia vita in cui per un attimo mi sono amata così com'ero.
E invece non esiste nulla. Tutto a un fottuto prezzo.
Esiste forse, solo la fortuna di uscire illesi da certe passioni che una volta provate non sai piu' controllare.

Oggi per la prima volta ho pensato di ritornare a Tirana, dove non mi viene nessuna voglia di amare e di essere amata, di desiderio e di attrazione., ma solo lavoro e recupero di me stessa.
Si Tirana a me fa questo effetto lavorare e riposare, lavorare e camminare, in silenzio, in solitudine,  e si perchè gli albanesi a differenza delle albanesi sono brutti, sembrano sporchi e malavitosi e non ti viene nessuna voglia nemmeno di sfiorarli e di farti toccare.

5 commenti:

  1. a questo punto magari è più vicino il monastero di santa chiara... :-))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ti prendono più nei monasteri, ti sottopongono a sedute psicologiche per vedere se hai la vocazione.

      Elimina
  2. La normalità non esiste, Magnolia, men che meno nel sesso.
    Purtroppo il considerarsi "fuori dalla normalità", ovvero "anormali" fa vivere male un sacco di persone.

    Considera costi e benefici di queste storie. E che l'eros destabilizza sempre (era figlio di Chaos) e tira frecce, mica coroncine di fiorellini o petali...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco era figlio di Chaos mi sfuggiva...
      Ora incominciano a tornare le cose:P

      Elimina
    2. Mi piace usare il pendolo, come metafora.
      Ecco, Eros spinge molto il pendolo, lo fa andare molto dalla parte "buona" e altrettanto in quella "cattiva". Piacere, dolore, eccitazione e sminchiamento, gioia e afflizione.

      Elimina

Grazie e se ti va puoi tornare ancora.
Buona Vita da Magnoli@.