martedì 30 agosto 2016

page 101: sono come sono.


Io,
ho conosciuto il distacco violento dagli uomini che mi hanno sfiorata, ne sono stata artefice e vittima, in un certo senso ho alla fine imparato che il provare certe emozioni richiede responsabilità per l'altro, cautela per se stessi.
Io,
non ho mai usato cautela per me stessa, pertanto sono l'immagine di questa distrazione, solitudine e sofferenza.
Io,
sono stata responsabile per l'altro solo nel momento in cui ho messo me al secondo posto. Non è stato semplice, ma con impegno e sacrificio qualche risultato a volte l'ho visto e qualcuno si è salvato.
Io,
posso trovare nuove strade.
Io,
ce la posso fare anche se sono come sono!

4 commenti:

  1. Cara Magnolia, mi piace questo tuo modo di esprimerti, nella vita bisogna essere duri anche con se stessi, cosi alla fine capisci che ognuno è responsabile delle sue decisioni, se tante volte sono dure e severe.
    Ciao e buona giornata cara amica, con un abbraccio e un sorriso:)
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. ....poi vado in paranoia se inizio a 'riflettere'..... Sai frose è più facile trovare nuove strade se non si sa come si è.

    RispondiElimina
  3. non usare cautela nei confronti di noi stesse è il modo migliore.
    per soffrire, sicuramente, ma anche per essere felici davvero

    RispondiElimina

Grazie e se ti va puoi tornare ancora.
Buona Vita da Magnoli@.